Come scegliere un materasso: istruzioni e consigli 

A molle, in lattice, in memory foam, rigido oppure morbido… sono così tanti i materassi oggi disponibili in commercio che scegliere può risultare piuttosto complesso. Ecco una breve guida alla scelta che speriamo possa essere utile a tutti i consumatori con tanti consigli e indicazioni.

Qual è il materasso migliore?

Cerchiamo prima di tutto di capire quali sono le caratteristiche che rendono un materasso migliore rispetto agli altri. Affinché un materasso possa dirsi di alto livello deve garantire un buon sostegno. Questo significa che sotto al peso del corpo il materasso non deve cedere in modo eccessivo, non si deve insomma venire a creare alcun avvallamento. Il materasso deve favorire una distribuzione omogenea del peso del corpo, proprio per evitare avvallamenti, nonché per evitare eccessive zone di pressione e stress in alcune parti del corpo. Infine il materasso deve garantire una valida risposta elastica in modo da compensare adeguatamente le sollecitazioni che arrivano dal perso corporeo.

Come scegliere un materasso: i materiali

Qual è il materiale che meglio degli altri risponde alle caratteristiche a cui abbiamo appena accennato? Il memory foam o schiuma viscoelastica. Sono molti i produttori di materassi che hanno deciso di far scendere in gioco proprio questo materiale, come www.lumia-materasso.it.

Il memory foam è un materiale messo a punto dalla NASA durante gli anni ‘60. Reagisce al calore e al peso del corpo e offre un valido sostegno senza che si vengano quindi a creare zone di pressione né stress di alcun genere. Consente quindi di mantenere una postura corretta, con collo e schiena ben allineati tra loro, durante tutto il corso della notte. Risponde in modo millimetrico e immediatamente ad ogni movimento e cambio posizione, in modo che il comfort sia impeccabile sino al momento del risveglio, in modo che la postura non possa subire alcun tipo di danno. Il bello è che il memory foam torna sempre alla sua originaria conformazione, per un materasso che non va incontro ad avvallamenti o deformazione e che risulta durevole a lungo nel tempo.

La maggior parte dei materassi in memory oggi disponibili in commercio sono in possesso di celle aperte che favoriscono la massima traspirabilità. Si tratta di un dettaglio importante, in modo che sia impossibile sudare durante la notte. Se non c’è un’eccessiva sudorazione, ecco che si ha modo di riposare meglio, senza movimenti, agitazioni, risvegli eccessivi. Ne va anche della salute del materasso. Grazie alla corretta circolazione dell’aria, il materasso non può infatti subire danni a causa dell’umidità in eccesso.

Attenzione, molti materassi hanno un rivestimento esterno sfoderabile. È un elemento importante, in questo modo si evita che il materasso possa macchiarsi o sporcarsi e si garantisce la massima igiene dato che il rivestimento può essere lavato anche in lavatrice. È importante però controllare che il rivestimento sia a sua volta altamente traspirante.

Come scegliere il materasso: dimensioni e spessore

Se in un sistema letto singolo è possibile optare esclusivamente per un materasso ad una piazza, il discorso cambia quando si prende in considerazione una rete matrimoniale. In questo caso è infatti possibile scegliere un materasso a due piazze oppure due singoli accostati tra loro. Il materasso matrimoniale è la scelta migliore, in quanto permette di ottenere un piano omogeneo. Il materasso singolo invece non crea un piano omogeneo, ma si tratta della scelta ideale per chi desidera una rete con movimento elettrico.

Attenzione alla lunghezza del materasso. Esistono infatti in commercio alcuni letti e reti oversize che sono un po’ più lunghi rispetto agli standard. È quindi possibile che un materasso di stampo tradizionale risulti eccessivamente corto. Infine è importante prendere in considerazione lo spessore. Affinché sia possibile parlare di un materasso di alta qualità, lo spessore non dovrebbe mai essere inferiore ai 18 cm.

Un materasso con uno spessore di 18-20 cm offre un sostegno rigido e risulta piuttosto duro. Un materasso con uno spessore maggiore, di circa 25 cm, offre un sostegno meno rigido e risulta più morbido. La scelta dipende dal proprio personale gusto. È importante però ricordare che anche il peso corporeo incide. Le persone con un peso corporeo elevato potrebbero infatti avere delle difficoltà ad addormentarsiin modo confortevole su un letto molto morbido, in quanto c’è il rischio di provare una sensazione di eccessiva avvolgenza. In questo caso meglio scegliere un materasso un po’ più rigido.

Autore dell'articolo: Silvia